Lievito madre

Preparare il lievito madre è una attività molto pagante, perché la pasta madre vi accompagnerà nella vostra cucina ogni giorno e sarà come una cosa viva che dovrete mantenere per il buon uso.

La preparazione è semplicissima:

 

200 g di farina manitoba o "00"

100 g di acqua appena tiepida

1 cucchiaio di olio

1 cucchiaio di miele o yogurt magro

  

 

 

 Impastate tutto a lungo fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Formate una palla , tracciate una croce sopra con il coltello e ponetela in un recipiente di vetro (assolutamente no plastica) unto di olio sul fondo e sulle pareti.

 

 

 

Copritelo con un canovaccio, lasciando scoperta una parete per il passaggio della luce. Il lievito crescerà con il passare delle ore e dei giorni.

Ora dovete procedere a dei rinfreschi periodici, almeno due prima di iniziare ad usarlo.

Il rinfresco va effettuato ogni 2-3 giorni se lo mettete in frigo e ogni 4-5 se lo tenete fuori. Almeno comunque dovrete rinfrescarlo una volta alla settimana. sarà il vostro impegno per tenerlo vivo.

Per il rinfresco prendete la pasta, togliete la crosta superficiale indurita, pesatela e aggiungeteci tanta farina per quanto pesa (100 g ogni 100 g di pasta) e metà quantità di acqua (50 g ogni 100 g di pasta). Reimpastate tutto e riponete di nuovo nel contenitore di vetro. Il contenitore va pulito almeno una volta al mese e unto di nuovo con l'olio.

Il lievito dovrà avere un colore biancastro e odorare di acido. Sotto lo strato superficiale si dovranno vedere gli alveoli di fermentazione.

Dopo il terzo rinfresco potrete usare il lievito madre per le vostre preparazioni. Prendetene una parte a seconda della ricetta da fare e rinfrescate il resto. Vi durerà così a tempo indefinito (ci sono lieviti leggendari che risalgono alla prima guerra mondiale !)

 

 

 

 

Top